CON-TEMPORARY Art Observatorium presenta

EGOSOPHY
Ego Ergo Cogito

Mostra collettiva a cura di Abramo ‘Tepes’ Montini



• Testo introduttivo
• Opere in esposizione e galleria fotografica
• Catalogo
• Come arrivare




EGOSOPHY
4 - 21 ottobre 2018
CON-TEMPORARY Art Observatorium
Corso Buenos Aires 42 11
Lavagna


Scarica l'invito


Parul Bouvart
Cyborg Art Collective
Gabriel Embeha
Valentina Lari
Nikolaos Mantziaris
Tim Rudolph
Stefano Sansoni (Orma)
Andrew Shaw


Testo introduttivo

EGOSOPHY


“L’arte è un microscopio che l’artista fissa sui segreti della sua anima, e mostra alla gente quei segreti che tutti hanno in comune.”

Leone Tolstoi



Prefazione

Gli artisti attraverso le loro opere parlano del proprio stile di vita, della propria condotta e filosofia. Ego non viene qui inteso come egoismo o autoreferenzialismo, ma nell’accezione della parola latina per “io sono”, quindi esistenza come espressione di sé, nella condivisione della propria esperienza con gli altri.

Eppure nella società si sta pericolosamente riaffacciando una corrente di pensiero prerinascimentale, talvolta perseguita o applicata subordinatamente in ambito artistico a livello curatoriale o istituzionale, in cui l’arte viene considerata un bene di consumo, relegando l’artista al ruolo di mero realizzatore di oggetti di design o decorazione. L’abilità tecnica nel produrre oggetti che siano solo belli, preziosi o di ricercata manifattura e materiali, viene considerata l’unico requisito per l’artista, senza alcun interesse per la sua personalità, pensiero e messaggio, allontanandosi dalla rivoluzione umanistica del primato concettuale iniziata con artisti quali Michelangelo e Leonardo.

Il ritorno di una mentalità medievale la dice lunga sulla deriva post-culturale sorta con la globalizzazione che trascina la società verso un disumano pragmatismo, nella mancanza di apertura mentale, ideali o etica che esulino dalla sola produttività.

La mostra vuole ribadire ancora una volta che lo scopo dell’arte è quella di comunicare, rappresentare l’unicità dell’animo e dell’individuo allo scopo di confrontarsi intellettualmente per promuovere una società fervida d’idee, ricca, diversificata ed evoluta spiritualmente.

Ego ergo cogito

Esisto, quindi penso.

Viviamo in una società in cui, giustamente, si dà molta importanza all’individuo, al suo benessere; ognuno si sente al centro dell’universo, come è normale che sia per l’Essere, con la propria visione, il suo intimo esperire, il suo sentire e vivere il mondo, nella dimensione sensoriale. Ma ciò non deve prevaricare l’altro, travalicare i limiti del rispetto reciproco: il controllo di sé significa rispetto dell’altro, dell’altrui visione del mondo. D’altronde chi sa cos’è la verità, la conoscenza (Sophia); eppure non cercarla significa essere chiusi in un assolutismo autogeno, caratterizzato dalla scarsa conoscenza del cosmo, essere assorti in una miope imprevidenza che dà soddisfacimento momentaneo, ma che a lungo termine porta a sempre più imprevisti, a una lenta ma implacabile degenerazione degli eventi, i quali diventano infine incontrollabili per chi non è preparato, per chi non li conosce.

Jizaino

Testi completi e analisi critiche continuano sul catalogo: vedi sotto.




Opere in esposizione e galleria fotografica




Catalogo

Clicca qui per richiedere il catalogo su carta.

Catalogo EGOSOPHY - Ego Ergo Cogito, italiano | inglese, 56 pagine A4 (21 × 29,7 cm)



Come arrivare

Lo spazio espositivo del CON-TEMPORARY Art Observatorium è sito nel centro di Lavagna, nel mezzo della Riviera Ligure di Levante. Il locale è ottimamente servito, a pochi passi da stazioni bus e treno, imbarcadero turistico, parcheggi gratuiti 2h e vicino all’uscita autostradale. Accesso per disabili e ascensore.

A piedi, in treno o autobus: uscendo dalla stazione ferroviaria di Lavagna dal lato città, andate a sinistra percorrendo la strada principale fino all'ufficio delle Poste Italiane, qui svoltate a destra verso Via Cristoforo Colombo, appena arrivati alla rotatoria di Piazza Cordeviola girate a sinistra in Corso Buenos Aires. Il civico 42 è all'inizio del viale alberato.
Fermata autobus "Lavagna - P.za Cordeviola/Edicola" linee 4, 5, 31, 32, 34, 46 e 98.

In battello: sulle linee marittime Portofino / Lavagna / Cinque Terre scendete al porto turistico di Lavagna. Uscendo dal porto andate a sinistra in Via dei Devoto e oltrepassate la ferrovia scendendo il sottopassaggio che vi porta all'ufficio delle Poste Italiane, quindi seguite le indicazioni sopra.

In automobile: autostrada A12 E80 Genova-Livorno, uscite a Lavagna, andate verso il centro. Alla rotatoria di Piazza Cordeviola girate a destra in Corso Buenos Aires fermandovi all'inizio del viale alberato, civico 42.

In aereoplano: l'aeroporto più vicino è il Cristoforo Colombo di Genova, l'autobus navetta VOLABUS vi porterà alla stazione ferroviaria di Genova Brignole, da qui è possibile raggiungere Lavagna in 40-60 minuti.